IL MONDO DONADIO

LA NOSTRA STORIA

 

 

Nel 1885 Gaetano Donadio compie i primi passi verso la produzione e il commercio di cammei e coralli secondo l'antica tradizione napoletana.
Pronto a raccogliere la sfida, apre il suo primo punto vendita in Austria e successivamente Taormina e Napoli.
Il suo sogno è coronato con l'inaugurazione del magnifico "Palazzo del Corallo" a Ercolano nei pressi dell'autostrada che va da Napoli a Pompei.
In seguito, la direzione dell'azienda passa a suo figlio Matteo e alle nipoti, capaci di gestire con successo l'attività ereditata.
Grazie alla determinazione della famiglia Donadio, i loro gioielli fanno il giro del mondo ricevendo premi internazionali, in particolare in Usa e Asia.
Una vetrina dell'estro italiano, frutto di un lavoro minuzioso qual è l'antica arte dell'intarsio del cammeo.
Ogni creazione, rigorosamente intagliata a mano, diventa un pezzo unico e irripetibile.
Oggi, i capolavori Donadio possono essere ammirati e acquistati da tutti gli estimatori, con un semplice click, grazie al sito e-commerce.

 

 


 

IL CAMMEO

 

 

Alle falde del Vesuvio sorge Torre del Greco, considerata la capitale del cammeo nel mondo. Vere e proprie opere d'arte in miniatura, i cammei sono realizzati attraverso l'incisione di una pietra stratificata o di una conchiglia, ma anche dallo stesso corallo, o su turchesi, avorio, ambra, cristallo o pietre laviche, montati in oro o argento e declinati secondo ogni stile.Queste autentiche miniature raccontano la bellezza dei paesaggi del golfo, ricordano divinità mitologiche, paesaggi agresti e narrano idilliache storie d'amore. Il cammeo, è stato protagonista durante il Rinascimento, tra il XIV e il XVI secolo. In questo periodo artisti da tutto il mondo si recavano a Roma e Firenze per imparare l'arte dell'incisione.
Tra i più grandi estimatori del cammeo si possono annoverare la Regina Vittoria, Caterina La Grande, Napoleone e sua moglie Giuseppina.
A partire dalla Guerra Civile fino ad arrivare alla Seconda Guerra Mondiale, i cammei sono stati i gioielli più indossati dalle donne dell'altà società.
Rarità, manifattura artigiana e dettagli della scultura determinano il prezzo di un cammeo.
Per la manutenzione e la pulizia di un cammeo è necessario utilizzare almeno una volta all'anno dell'olio vegetale, lasciarlo agire tutta al notte e al mattino tamponarlo con un panno di cotone, risciacquandolo in acqua tiepida e sapone neutro. Lasciare asciugare il cammeo all'aria e non riporlo troppo a lungo in uno spazio chiuso.